La messa di Mezzanotte a Natale: le particolarità del rito

La messa di Mezzanotte a Natale: le particolarità del rito

La messa di Mezzanotte a Natale: le particolarità del rito
22 dicembre 2021
Il Messale Romano per Festa del Santo Natale prevede un insieme liturgico costituito da più celebrazioni di cui la più caratteristica è la famosa Messa di Mezzanotte che in molti centri costituisce una vera e propria tradizione delle tradizioni. Cosa rende speciale questo rito? Tutti la chiamano Messa di mezzanotte ma il suo nome è anche Messa dell’Angelo perché richiama alla memoria le gesta dell’angelo che annunciò ai pastori la nascita del Bambino. E perché la scelta della Mezzanotte? Nel messale romano per la messa della Vigilia vengono specificati 2 momenti: uno alla sera prima o dopo i vespri e uno nella notte, senza aggiungere riferimenti precisi. L’usanza della mezzanotte è legata però ai testi Sacri e all’adempimento dell scritture In particolare fa riferimento al Libro della Sapienza «Mentre un profondo silenzio avvolgeva tutte le cose, e la notte era a metà del suo corso, la tua parola onnipotente dal cielo, dal tuo trono regale, guerriero implacabile, si lanciò in mezzo a quella terra di sterminio, portando, come spada affilata, il tuo ordine inesorabile» [18, 14-16] A indicare che Gesù verbo di Dio viene a ristabilire l’armonia e l’ordine dove prima era il caos. Proprio per questo la messa di Mezzanotte inizia con un rito molto toccante quello della Luce per indicare come Gesù sia venuto a far luce nel mondo per ristabilire l’antica alleanza tra l’uomo e Dio Padre. Allo scoccare della Mezzanotte infatti, dal buio si passa alla Luce in ogni chiesa, sia accendendo l’illuminazione dell’edificio sia attraverso il popolo in processione che entra recando in mano candele accese guidato dagli officianti che portano: turibolo, croce , ma soprattutto la statua del Bambino Gesù e il Vangelo per onorare la Scrittura “E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”. Alla fine della processione il canto della Kalenda è un altro importante momento tipico del simbolismo della Messa di mezzanotte. Per intenderci la kalenda è il testo che comincia così Venticinque dicembre, luna quindicesima Trascorsi molti secoli dalla creazione del mondo, quando in principio Dio aveva creato il cielo e la terra e aveva fatto l’uomo a sua immagine;e molti secoli da quando, dopo il diluvio, l’Altissimo aveva fatto risplendere l’arcobaleno, segno di alleanza e di pace; Il testo della Kalenda serve a circostanziare l’evento della nascita di Cristo rendendolo parte della storia dell’umanità e allo stesso tempo evento concreto e storicamente verificabile. L’ « Et incarnatus est » è ancora un altro elemento tipico e specifico della messa natalizia. Durante il momento del Credo e solo nelle solennità natalizie, ministri e popolo si inginocchiano alle parole << il quale fu concepito di Spirito Santo/ nacque da Maria Vergine>> Questo momento se ben dispensato è di altissimo coinvolgimento spirituale. L’ultimo momento tipico della messa di mezzanotte è l’invito a rivolgere l’attenzione al presepe o al Bambino Gesù accompagnato da canti come l’Adeste Fidelis. che fa sperimentare pienamente l’immagine di un Dio che si fa uomo tra gli uomini e si muove per primo verso le sue creature a cui basta pochissimo per sentirlo vivo e vero! Ecco queste sono le parti essenziali di un capolavoro liturgico che vanno sottolineate per non cadere nell’abitudine e vivere davvero a pieno un Natale in Spirito e Verità! Con la speranza di aver reso un servizio di riflessione buon Natale a tutti!
Categoria: Liturgia
Metodi di pagamento accettati
-