In preparazione al Natale : riflessioni sulla corona dell’Avvento

In preparazione al Natale : riflessioni sulla corona dell’Avvento

In preparazione al Natale : riflessioni sulla corona dell’Avvento
07 dicembre 2020

Dal 29 novembre si entra nel tempo di Avvento, ovvero nel periodo liturgico di preparazione al Santo Natale.



Cosa significa Avvento



La parola Avvento viene dal latino “adventus” e significa venuta, anche se nell’accezione più diffusa significa attesa.
E a ben vedere il senso dell’attesa che l’Avvento suggerisce è molteplice e profondo. Da una parte infatti la venuta attesa è quella del Bambino Gesù, ovvero si attende di poter festeggiare l’anniversario della prima venuta del Signore: l’unico Dio in tutta la storia delle religioni che si fa uomo tra gli uomini.
Dall’altra il significato sottinteso e suggerito in questo tempo è quello della venuta del Signore alla fine dei giorni. Non a caso la struttura temporale e liturgica dell’Avvento rimanda al Tempo di Quaresima e della Resurrezione.



Come si calcola l’inizio dell’Avvento



Il Tempo di Avvento comincia dai primi Vespri dell'ultima domenica di novembre e termina prima dei primi Vespri di Natale. Il tempo liturgico è caratterizzato da un duplice itinerario - domenicale e feriale - scandito dalla proclamazione della parola di Dio.



Il senso di un tempo di Avvento



Ma è davvero importante disporre di un tempo di Avvento?
Momenti come le settimane che precedono il Natale, non solo sono importanti in sé per riflettere, leggere, approfondire e pregare, ma servono anche a ricordarci uno dei doni più preziosi che Dio ha fatto all’uomo: quello del tempo, che proprio in quanto dono prezioso non va sprecato ma usato bene e scandito, sottolineato!



Ecco l’importanza dei simboli e dei riti come quello del Lucernario ovvero l’accensione domenica dopo domenica, delle quattro candele – una per ogni settimana – che formano la corona dell’Avvento.



I simboli che contiene la Corona dell’Avvento



Anche la Corona dell’Avvento, posta accanto all’altare reca in sé una simbologia complessa.
La corona rimanda a Cristo.
La forma della corona è circolare perché il cerchio non avendo né fine né inizio, è simbolo di eternità.



I rami sempreverdi che la adornano richiamano la certezza che vita continua anche dopo la morte.



Le 4 candele simboleggiano quattro figure tipiche dell’attesa messianica:
I profeti che hanno annunciato la venuta del Cristo,
Betlemme: città dove Gesù ha scelto di nascere,
i pastori ovvero gli umili che furono i primi a vedere Gesù,
e gli angeli che annunciarono la nascita del Messia!



La loro accensione progressiva durante le domeniche di Avvento è simbolo del viaggio a tappe verso la salvezza e della progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla venuta del Salvatore.
Il colore delle candele è quasi sempre viola e rosa, rimandando ai colori liturgici dell’Avvento.



La liturgia dei periodi forti è ricca di simboli che aiutano il cuore in modo semplice e intuitivo a prepararsi alla festa e ad aprirsi alla preghiera e alla contemplazione. Perché ciò possa accadere è importante che questa simbologia venga spiegata e raccontata per non passare inosservata nel trambusto della quotidianità!




Categoria: Approfondimenti
Metodi di pagamento accettati
-