Swipe to the left

"Pane, amore e fantasia...", al via il nuovo progetto dei volontari vincenziani

"Pane, amore e fantasia...", al via il nuovo progetto dei volontari vincenziani
Redazione 1 anni fa 99 Visualizzazioni Nessun commento

Un piano concreto di aiuto per aumentare il numero di persone accolte e servite nelle proprie mense: è questo in breve il progetto “Pane, amore e fantasia…” avviato dai Gruppi di Volontariato Vincenziano grazie al finanziamento del Fondo Beneficenza Intesa San Paolo.

L'obiettivo di questo progetto - informa una nota - è migliorare l'offerta di alimenti, con pasti che comprendano carne e frutta a seconda dell'orario di distribuzione, mantenendo comunque l'offerta tradizionale di pasto caldo con un primo piatto, incrementare il numero dei pasti serviti fino a quota 400.000 pasti annui e allestire nelle mense pranzi speciali, quindi con tutte le portate di un pranzo di festa, per la Giornata con il povero e per le festività al fine di sviluppare il senso di solidarietà e di condivisione.

Come testimoniano i dati Istat per il 2017, vivono in povertà assoluta - quindi nell'impossibilità di procurarsi i beni e i servizi necessari secondo gli standard definiti dal contesto – 1 milione e 778 mila famiglie residenti per un totale di 5 milioni e 58mila individui, la povertà assoluta è cresciuta al 6,9% rispetto al 6,3% del 2016 e interessa l'8,4% dei residenti rispetto al 7,9% del 2016. La povertà relativa riguarda 3 milioni 171 mila famiglie residenti, cioè il 12,3% contro il 10,6% del 2016, quindi 9 milioni 368mila persone, il 15,6% contro il 14,0% del 2016. Cresce al Nord (dal 5,7% al 5,9%), cresce al Centro (dal 7,8 al 7,9) ma al Sud assume proporzioni drammatiche dal 19,7 % al 24,7%.

I Gruppi di Volontariato Vincenziano distribuiscono attualmente oltre 290.000 pasti in un anno nel territorio nazionale, in mense di piccole e di medie dimensioni, da soli o in rete con altri soggetti. Nel decennio trascorso dall'inizio della crisi economica, il numero delle persone che cerca un pasto in queste mense è aumentato enormemente.

I Gruppi di Volontariato Vincenziano hanno individuato alcune aree in cui le necessità aumentano e le risorse a disposizione diminuiscono: si tratta delle mense di Verona (in continua crescita soprattutto per anziani e immigrati), della Campania (città e costa amalfitana), della Sicilia (Belice, Trapani, Aragona, Catania in una regione colpita dalla povertà assoluta in maniera impressionante), dell'Abruzzo (anche per le criticità del post terremoto a L'Aquila e a Chieti), della Lombardia (Milano - Via Poma, Como, Pavia), di aree della Liguria (Colazioni con sorriso a La Spezia) e della Toscana (per gli effetti incrociati di crisi e immigrazione), della Puglia (cfr. mense di Mola e Lecce con altre strutture minori), della Sardegna (per una disoccupazione cronica), di Roma (basti pensare al numero crescente di senza fissa dimora, disoccupati e anziani che giungono al centro sociale, tanto che siamo costretti a fare più turni).

-