Swipe to the left

Estate tempo di fede

Estate tempo di fede
Redazione 11 giorni fa 158 Visualizzazioni Nessun commento

L'estate non si caratterizza solo per il clima caldo che invita a rallentare i ritmi ma soprattutto per il tempo vuoto: quello delle vacanze. Un tempo che per tanti sarà di ripresa dopo l'isolamento di questi mesi di pandemia. Occorre allora riflettere su come usare al meglio questi giorni di ferie per non sprecare nemmeno un attimo, come ci ha insegnato questo inverno così difficile fatto di tempi di apertura e chiusura repentini.

Non c'è niente di male a godersi un tempo del riposo. Lo stesso Dio conclusa la Creazione si riposò.

E lo stesso Gesù più volte nel Vangelo esorta i discepoli a fare un po' di vuoto

"Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po" [Mc 6,30-34]

Il tempo vuoto però non va vissuto come tempo inerte , tempo di svuotamento, ma come tempo da riempire di attività che nutrano lo spirito
Perché come dice San José Maria il fondatore dell'Opus Dei


"La santità, l’autentico desiderio di raggiungerla, non si concede soste né vacanze."


Cosa potremmo allora fare per non sprecare i giorni che verranno concedendo ristoro non solo al corpo, in assenza degli impegni della quotidianità, ma soprattutto allo spirito?

Il primo suggerimento che salta alla mente è il più semplice e immediato.
Dedicate più tempo alle letture, ma anche alla preghiera e alla meditazione: troppo spesso vissute in maniera frettolosa nella frenesia del dover fare.

Poi di certo avremo più tempo da passare in famiglia . Tempo di dialogo, di riflessione, di accettazione delle diversità e perché no, di preghiera insieme, proprio come a Betania: dove Gesù amava sostare intrattenendosi con i 3 fratelli Marta, Maria e Lazzaro in maniera diversa a seconda del loro diversissimo temperamento.

E infine uno sguardo anche all'altro attraverso il volontariato, i campi di lavoro, il servizio o semplicemente l'ascolto di chi è in difficoltà, o di chi è solo, può essere un ottimo modo per rafforzare il senso di comunità che tanto è stato messo a rischio da questa pandemia che ci ha visti quasi come nemici gli uni per gli altri.

Se riscopriremo Dio come rifugio dalla paura, la famiglia come ristoro dall'isolamento e l'altro come ricchezza dopo un lungo impoverimento allora si, che questa estate potrà essere davvero un tempo di fede.

Tutto è mezzo di santità, il lavoro e il riposo. C'è una possibilità di santificazione in ogni minuto della nostra vita.
(A tu per tu con Dio/ San José Maria Escrivà )











Categoria: Approfondimenti
-